Perché il Mar Rosso si chiama così

Il Mar Rosso è un mare del Vicino Oriente compreso tra l’Africa e la penisola arabica, comunicante con il Mar Mediterraneo  attraverso il canale di Suez, e con l’Oceano Indiano tramite lo stretto di Bab el-Mandeb. Il Mar Rosso è oggi una celebre meta turistica: Sharm el-Sheikh e Marsa Alam, infatti, sono solo alcune delle rinomate località.

Ma perché il Mar Rosso si chiama così? La risposta più accreditata è biologico-scientifica.

Sharm El Sheikh

Spiegazione Scientifica

In determinate condizioni climatiche nel Mar Rosso si riproduce una particolare alga chiamata Trichodesmium erythraeum che, al momento della sua massima proliferazione, dà vita a macchie rosso-brune molto estese sulla superficie dell’acqua.  Queste alghe hanno un’alta concentrazione di clorofilla e carotene, i pigmenti che conferiscono la colorazione rossa agli organismi vegetali.  Queste fioriture algali sono altamente nocive sia per la salute che per l’ecosistema: alcune varietà di dinoflagellati, oltre a provocare vastissime morie di organismi marini consumando tutto l’ossigeno a disposizione, liberano nell’acqua tossine che uccidono i pesci in maniera diretta e che inquinano gravemente la catena alimentare con conseguenze notevoli anche per la salute umana.

Spiegazione Etimologica

Accanto a questa teoria ne esiste un’altra di natura puramente etimologica. Il Mar Rosso, infatti, compare anche nell’Antico Testamento e precisamente nel Libro dell’Esodo. In esso si narra che fu proprio questo il mare di cui Dio aprì le acque per consentire agli ebrei di scappare, guidati da Mosé. Questa massa d’acqua è soprannominata yam suph, che gli inglesi traducono come “sea of reeds“, ovvero mare di canne. Mar Rosso, quindi, altro non sarebbe che un errore etimologico: un’errata traduzione in cui “reed” (canne) è diventato, semplicemente, “red” (rosso).

Spiegazione Romantica

Per i più romantici il nome viene dalle sfumature assunte dal mare quando, al tramonto, l’acqua rispecchia la roccia rossastra dei rilievi montuosi che circondano la Penisola del Sinai. In Ebraico, in effetti, queste montagne prendono il nome di “Montagne Rubino”.

Montagne Rubino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

error: Content is protected !!