Non aprite quella zucca…

La zucca è  la regina indiscussa dell’autunno ed è il simbolo di una delle feste più amate: Halloween. Ma vediamo 5 curiosità che non tutti conoscono!

1. L’origine

La zucca è un ortaggio la cui origine è piuttosto incerta. Infatti pare che zucche del genere “lagenaria” siano giunte in Europa  dall’India. Fu probabilmente importata dai navigatori Fenici e venne coltivata dagli Etruschi. Lungo le sponde del Mediterraneo diverse varietà erano coltivate dagli egizi, dagli arabi e si hanno anche testimonianze provenienti dall’antica Grecia. Infatti vi è una satira scritta da Seneca che si intitola Ἀποκολοκύντωσις (Apokolokýntosis), traducibile in “trasformazione in zucca”. La zucca più conosciuta (Cucurbita pepo) ha origine americane. Veniva coltivata già nel 7000/6000 a.C in Messico. I Nativi Americani erano soliti coltivare la zucca insieme al mais e ai fagioli perché è un utile pacciamante (crescendo impedisce lo sviluppo di erbe infestanti).

2.La zucca è un frutto (o quasi)

Ebbene sì, si tratta di una specie di bacca chiamata peponide. È un falso frutto (significa che non si origina solo dell’ovario ma da altre parti del fiore) ed é tipico delle Cucurbitaceae, la famiglia a cui appartiene. Il temine zucca designa diverse varietà appartenenti al genere Cucurbita (ad esempio Cucurbita maxima e Cucurbita pepo) e al genere Lagenaria (la cosiddetta zucca ornamentale).

3. Zucche da record

Il record per la zucca piu pesante é detenuto da un agricoltore belga, Mathias Willemijns,che nel 2016 ne ha coltivata una di ben 1.190,49 kg!!!

Per entrare in tema Halloween, nel 2011 in America è stata realizzata una scultura raffigurante un apocalisse zombie intagliando due zucche di 767.9 kg e 824,86 kg.

Stephen Clarke detiene il record per il minor tempo di realizzazione di una zucca di Halloween. Nel 2013 impiegò 16.47 secondi per intagliare la famosa jack-o’-lantern.

4. La zucca in cucina

La zucca è ottima in cucina ed esistono moltissime ricette per cucinarla in mille modi diversi. Non tutti sanno che sia edibile ogni sua parte. Infatti si possono mangiare anche i fiori, la “buccia”, la polpa e i semi. Si tratta di un alimento ipocalorico (contiene 18 kcal per 100 g) in quanto è composta per la maggior parte da acqua. È ricca di carotenoidi (che le conferiscono il tipico colore arancio), pro-vitamina A, vitamina C e del gruppo B, minerali quali fosforo, magnesio, ferro e potassio. I semi, in particolare, contengono selenio, rame, zinco e manganese. Inoltre dalla loro lavorazione può essere ottenuto un olio ricco di acido oleico e linoleico.

5. Jack o’ lantern

Senza dubbio la zucca intagliata è il simbolo più famoso di Halloween. Non tutti sanno che questa festa ha origini europee, in particolare celtiche. La festa del capodanno celtico serviva a pregare i defunti affinché il raccolto del nuovo anno risultasse abbondante. L’ antico popolo era solito festeggiare Samhain (fine dell’estate) intagliando… una zucca?! No, bensì delle rape. A quel tempo, infatti, le zucche non erano ancora conosciute nel nord Europa. La tradizione di Jack o’ lantern è di origine americana, infatti si tratta di una rielaborazione delle antiche usanze celtiche adattate ai prodotti agricoli del Nuovo Mondo.

Conoscevate queste curiosità? Scrivetelo nei commenti!

Un pensiero riguardo “Non aprite quella zucca…

  • 3 Novembre 2018 in 10:30
    Permalink

    avete aspettato la notte di vedere “the great pumpkin”?

I commenti sono chiusi

error: Content is protected !!